Soluzioni digitali

implementare la strategia digitale del Museo e sperimentare le nuove tecnologie

I numerosi obiettivi strategici, individuati dal MANN,  alimentano un fabbisogno addizionale di comunicazione, che sarà incentrata sull’utilizzo costante e sistematico degli strumenti digitali.

In questa prospettiva, il Museo ha avviato una completa riprogettazione del proprio sito web, che sarà basato sui più innovativi criteri di realizzazione, in modo da poter essere fruito in modo ottimale da qualsiasi piattaforma (PC, tablet e smartphone) e risulterà profondamente integrato con il sistema dei Social Media, la cui presenza sarà anch’essa oggetto di un profondo e radicale ripensamento.

In altri termini, il nuovo sito rappresenterà il centro di irradiazione dei contenuti digitali del museo, che potranno essere veicolati attraverso di esso, sia con riferimento alle collezioni permanenti che rispetto alle esposizioni temporanee, prevedendo ulteriore approfondimento, anche con il contributo degli utenti, attraverso i Social Media (Facebook, YouTube, Twitter, Instagram, Pinterest, etc.).

Inoltre, il Museo metterà a punto delle procedure di aggiornamento dei contenuti digitali prodotti, attraverso le quali veicolare un costante flusso informativo che renda visibili ed apprezzabili anche le numerose e variegate attività scientifiche e culturali (eventi, workshop, seminari, manifestazioni, esposizioni, etc.) promosse dal MANN.

Sarà contestualmente avviata una campagna di digitalizzazione delle collezioni permanenti del Museo, sia in 2D che in 3D, da realizzarsi anche grazie all’eventuale supporto di organizzazioni esterne (Google Art Institute, Apple, etc.), in modo da migliorare il livello di accessibilità digitale dei reperti di maggiore importanza del MANN. L’attività di digitalizzazione avrà per oggetto anche il materiale di pregio fotografico, archivistico, bibliografico (manoscritto ed a stampa), nonché il patrimonio di lastre fotografiche e delle calcografie, con esposizioni periodiche degli stessi e loro utilizzo nelle sale per narrare l’evoluzione architettonica e allestitiva del Museo. I risultati della campagna di digitalizzazione saranno progressivamente veicolati attraverso il sito del MANN ed i canali digitali prescelti.

Il Museo intende, inoltre, esplorare in modo sistematico le nuove soluzioni di valorizzazione offerte dal progresso scientifico e tecnologico; in questo senso, particolare attenzione sarà rivolta sia alle applicazioni di Realtà Aumentata, attraverso una prima sperimentazione sul plastico di Pompei, sia a quelle di Realtà Virtuale ed a percorsi di visita basati sull’applicazione della cd. “Internet of Things”.

Tra i percorsi di digitalizzazione in 3D di opere delle collezioni del MANN, merita ricordare il progetto realizzato dalla spagnola Real Academia de Bellas Artes de San Fernando (link diretto al progetto: https://sketchfab.com/MANN/collections/carlo-di-borbone-e-la-difussione-delle-antichita), inserito in un più ampio quadro di studio su Carlo III di Borbone e la diffusione delle memorie dell’antichità.

I commenti sono chiusi