Home news 21.03.18 – Nuovi itinerari digitali al MANN: il “Mosaico di Alessandro” ed i “Musici ambulanti”

21.03.18 – Nuovi itinerari digitali al MANN: il “Mosaico di Alessandro” ed i “Musici ambulanti”

4 min read
0
0
277

Nuovi itinerari digitali al MANN: il “Mosaico di Alessandro” ed i “Musici ambulanti”

Inaugurazione delle installazioni
Mercoledì 21 marzo, ore 17.30

E’ un’inaugurazione simbolica, programmata durante il primo giorno del “Festival MANN” 2018 e destinata a coinvolgere tutti i visitatori che conosceranno, nel prossimo futuro, le meraviglie dell’Archeologico: da mercoledì 21 marzo (ore17.30), napoletani e turisti potranno godere di due nuovi percorsi creativi (e tecnologici), svelati nelle sale del Museo.

In primis, grazie al digitale, il celeberrimo “Mosaico di Alessandro” dalla Casa del Fauno di Pompei, esposto dagli inizi del ‘900 alla parete come un quadro, sarà presentato nella sua originaria natura di pavimento, riproposto in dimensioni reali con una multi-proiezione che i visitatori potranno calpestare così come avveniva nell’antichità.
Sensori ad elevata precisione ed un drone con camera 5K hanno permesso l’acquisizione delle immagini; grazie all’intelligenza artificiale, ancora, è stato ricostruito il modello 3D.
Le più recenti soluzioni per il video-mapping hanno reso possibile la composizione della multi-proiezione, che visualizza il mosaico in dimensioni reali; inoltre, alla riproduzione dell’opera, saranno accostate le lastre fotografiche dei primi anni del XX secolo, in cui sono documentate le complesse operazioni di movimentazione del mosaico dal piano terra del Museo all’ammezzato ove ora si trova.

Ulteriore lavoro di valorizzazione sarà effettuato sul famoso mosaico dei “Musici ambulanti”: la tecnologia verrà in aiuto dei moderni spettatori, proiettandoli in un antico teatro ove rivivranno le emozioni della commedia greca grazie alla voce narrante ed alle accurate ricostruzioni digitali. Si potrà così assistere ad una scena della “Theophoroumene” (“L’ invasata”), commedia di Menandro: i musici prenderanno vita con balli e suoni mentre le interfacce naturali doneranno spontaneità all’interazione, garantendo un’esperienza immersiva e coinvolgente. L’intelligenza artificiale alla base del software farà in modo che i visitatori interagiscano col mosaico grazie ad un semplice gesto della mano. Ad ogni dettaglio sarà associato un contenuto multimediale.

Questi nuovi itinerari tecnologici, compresi nell’ambito del programma “Obvia per il MANN”, sono stati realizzati con la supervisione e la consulenza di Luigia Melillo (Responsabile Ufficio Restauro ed Ufficio Relazioni internazionali del MANN) e sono frutto della ricerca scientifica condotta dalla DMC srl con il coordinamento di Davide Maria Calandra.
L’installazione, infine, è a cura dell’associazione culturale InVision APS.

 

Carica altro di articoli correlati
Carica altro in news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

18.04.2018 / Pompei di Frank Santoro

  Inaugurata il 18 aprile (ore 18) al MANN, nella sala della Meridiana, la mostra “Po…