Home Comunicati stampa ‘Fuoriclassico’ 2018 – Metamorfosi dell’intellettuale (e del Principe)

‘Fuoriclassico’ 2018 – Metamorfosi dell’intellettuale (e del Principe)

4 min read
0
0
373

MANN, al via ‘Fuoriclassico’ 2018

Metamorfosi dell’intellettuale (e del Principe)

Con Ivano Dionigi e Paolo di Paolo/ letture di Sandro Lombardi

Che fine hanno fatto gli intellettuali in tempo di disintermediazione? Ne parleranno al Museo Archeologico di Napoli, nello ‘spazio d’incontri’ ‘Fuoriclassico. La contemporaneità ambigua dell’antico’, Ivano Dionigi, ordinario di Letteratura latina ed ex Rettore all’Università di Bologna, e Paolo Di Paolo, scrittore. Le letture sceniche, nella sala del Toro Farnese, sono affidate a un maestro del teatro italiano, Sandro Lombardi. L’appuntamento ha per tema Metamorfosi dell’intellettuale (e del Principe) ed è il primo del 2018 della rassegna voluta al MANN dal direttore Paolo Giulierini , ideata e curata da Genaro Carillo, ordinario di Storia del pensiero politico alle Università Suor Orsola Benincasa e Federico II. Ingresso libero al museo dalle ore 17,30 fino ad esaurimento posti.

La conversazione sarà focalizzata su due figure chiave dello spazio e del discorso pubblico: l’intellettuale e il detentore del potere, dunque il ‘principe’ secondo un’accezione ampia e dai confini mobili. Come conservare un sapere critico, come continuare a praticare la parrhesia (il discorso franco e libero, senza autocensure), di fronte a chi comanda e, se contrariato, può arrivare a darti la morte? Questo il tema, che sarà declinato secondo la modalità tipica di Fuoriclassico: l’antico (Lucrezio, Seneca, Tacito) e il contemporaneo

”La disintermediazione attuale -si chiede Carillo- implica la fine del sapere critico o solo la fine,nemmeno tanto deprecabile, del monopolio del sapere in capo a un ceto autorevole, istituzionalmente depositario esclusivo della critica? In altri termini: disintermediazione significa più o meno democrazia? O significa che quel che chiamiamo democrazia è un’altra cosa, totalmente diversa dal significato che la tradizione le annette?

Tra gli oltre trenta ospiti della seconda edizione di Fuoriclassico (fino a giugno 2018) anche Massimo Cacciari, Luciano Canfora, Nadia Fusini, Cristina Cattaneo, Caterina Soffici, Hisham Matar (Premio Pulitzer 2017), Anna Bonaiuto, Elena Bucci, Antonio Biasiucci

La rassegna, il cui tema si pone si pone in rapporto ideale con Ovidio (a duemila anni dalla morte) e con Vico (a 350 anni dalla nascita: Vico insegnò proprio nella sede attuale del Museo Nazionale), è promossa dal MANN e dal suo direttore Paolo Giulierini, con le associazioni ‘A Voce alta e ‘Astrea. Sentimenti di giustizia’, ideata e curata da Gennaro Carillo, con il coordinamento organizzativo di Marinella Pomarici e di Andrea Milanese per il MANN.

Media partner del progetto Rai Radio 3

Carica altro di articoli correlati
Carica altro in Comunicati stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Controlla anche

Ad ottobre 2018 riprende la programmazione 2018/2019 delle attività didattiche “MANN for kids”

    Riprende la programmazione 2018/2019 delle attività didattiche “MANN f…