Home news FANPAGE – Ozpetek, De Andrè, Fabi: letteratura, musica e teatro per la I edizione del Festival Mann

FANPAGE – Ozpetek, De Andrè, Fabi: letteratura, musica e teatro per la I edizione del Festival Mann

11 min read
0
0
280
FANPAGE - Ozpetek, De Andrè, Fabi: letteratura, musica e teatro per la I edizione del Festival Mann

Si terrà dal 19 al 25 aprile la prima edizione del Festival MANN che porterà a Napoli tantissimi artisti nazionali e internazionali in un mix di letteratura, musica, teatro, danza, produzioni originali, scienza, arte, cinema, fumetti e nuove tecnologie.

Partirà il 19 aprile prossimo e durerà una settimana il Festival organizzato dal Mann, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in cui si incrociano letteratura, musica, teatro, danza, produzioni originali, scienza, arte, cinema, fumetti e nuove tecnologie con oltre 50 ospiti nazionali e internazionali che metteranno Napoli, ancora una volta, al centro del dibattito culturale nazionale. Il Festival Mann/Muse al Museo è, inoltre, il primo Festival internazionale organizzato da un museo autonomo statale e costruito sui principi della valorizzazione dei Beni Culturali dettati dalla Riforma Franceschini e porterà nella città partenopea artisti provenienti da esperienze disparate: dall’ex Genesis Ray Wilson alla portoghese Carmen Souza, passando, tra gli altri, per Sergio Cammariere, Niccolò Fabi, Peppe Servillo, Tosca, Cristiano De André, Francesco Motta, Paolo Benvegnù, Ferzan Ozpetek, Giorgio Pasotti e Guido Catalano.

Un festival per grandi e piccoli
Voluto dal direttore del Museo Paolo Giulierini, il Festival si avvale della direzione artistica di Andrea Laurenzi in collaborazione con Luca Baldini e la direzione tecnica e organizzativa di Officine della Cultura, oltre a un comitato d’onore di esperti composto dal regista e sceneggiatore Ivan Cotroneo, dal produttore Luciano Stella, dallo storico dell’arte Andrea Milanese e dalla coordinatrice del progetto Università Federico II – MANN – OBVIA Daniela Savy, i quali diventeranno “Ambasciatori del MANN”, entrando a far parte del board del Festival: “Mentre continuano le attività scientifiche del Museo – dichiara il direttore Giulierini –  si potenzia la ricerca tramite  alleanze con le eccellenze universitarie, si riaprono intere sezioni  (la prossima, il 30 maggio, quella Epigrafica), si consolidano  rapporti internazionali con l’Ermitage e il Louvre, stiamo procedendo spediti allargando i servizi esterni (di prossima apertura anche la caffetteria) ed interni (il 12 maggio una nuova ala dedicata ai laboratori di restauro) ma, soprattutto, il Mann non perde di vista i cittadini. Per questo abbiamo pensato ad un Festival per grandi e piccoli a prezzi assolutamente popolari, che coniughi la magia del mondo classico dell’Archeologico al moderno concetto di cultura”.

Gli spettacoli della sera
Ogni momento della giornata avrà i suoi appuntamenti. La sera toccherà ai concerti e agli spettacoli al Salone della Meridiana (a partire dalle 21.30): mercoledì 19 sarà Ray Wilson a inaugurare il festival con un concerto dal titolo “An evening with”, mentre giovedì tocca a “Histoire du soldat”, opera di Igor Stravinski composta nel 1918 che intreccia teatro, danza e musica, nella versione diretta da Daniele Russo, venerdì 21 aprile sarà la volta di Tosca che si esibirà in “Appunti musicali dal mondo” ovvero un ‘racconto in musica’ con pezzi rari e contaminazioni con altre culture, mentre sabato tocca a Peppe Servillo & Solis String Quartet con lo spettacolo “Danzando spassiunatamente”, omaggio alla canzone napoletana. Domenica Sergio Cammariere ci sarà il concerto di Sergio Cammariere, mentre il giorno dopo ci sarà l’omaggio a Totò con “In arte Totò, viaggio nel mondo poetico e musicale di Antonio De Curtis” di Enzo Decaro e Liliana De Curtis, fino alla chiusura con il concerto di Cristiano De André con “De André canta De André”, aperto da Paolo Benvegnù.

Gli incontri del pomeriggio
E proprio il cantautore romano Benvegnù, uscito poche settimane fa con l’ultimo album “H3+” sarà tra i protagonisti degli incontri del pomeriggio. Benvegnù, infatti, dialogherà in questi giorni con grandi esponenti della musica italiana e non solo: mercoledì (alle 16) sarà con Riccardo Sinigallia in un incontro intitolato”La costruzione di un attimo”, sabato 22 sarà con Niccolò Fabi per un incontro dal titolo “Il materiale e l’immaginario: memorie, intuizioni sul concetto di costruzione”, mentre giovedì 20 aprile presenterà il suo album. Tra gli incontri da segnalare “Andrea Scanzi & Filippo Graziani raccontano Ivan Graziani: il chitarrista”, incontro concerto con il figlio dell’artista (mercoledì alle 18), quello con Ferzan Ozpetek (giovedì, ore 16), moderato da Titta Fiore, responsabile delle pagine di cultura e spettacoli de ‘Il Mattino’, mentre venerdì toccherà agli incontri più live con Motta, il cantautore toscano autore de “La fine dei vent’anni” che suonerà e discuterà con il capo area msuica di Fanpage.it Francesco Raiola, e con Carmen Souza, mentre domenica 23 aprile ci sarà un incontro con Sergio Cammariere (moderato dal giornalista del Mattino Federico Vacalebre), lunedì 24 alle ore 16 ci sarà il recital del poeta torinese Guido Catalano, alle 18 l’attore Giorgio Pasotti sarà il protagonista di “Da Shakespeare a Pirandello”, regia di Davide Cavuti, mentre martedì 25 aprile Cristiano De André presenta il suo libro “La versione di C.” (ore 16:00).

Letteratura e ragazzi al mattino
La mattina è dedicata alla letteratura e ai ragazzi: mercoledì 19 aprile Gianfranco Coppola intervista Patrizio Oliva, con la partecipazione di Fabio Rocco Oliva: presentazione del libro “Lo Sparviero: la mia storia” (Sperling & Kupfer); giovedì 20 aprile “Le parole di Anne Frank: Il Diario” (Rizzoli) con Andrea Laurenzi che intervista l’autore Matteo Corradini. Venerdì 21 aprile la presentazione del libro “La lingua geniale. 9 ragioni per amare il greco” (Laterza) con l’autrice del best-seller, la grecista Andrea Marcolongo, sabato 22 aprile Natascia Festa, giornalista del Corriere del Mezzogiorno, intervista Daniela Spada e Cesare Bocci, il popolare attore che interpreta Augello nella serie ‘Montalbano’: si parlerà del loro libro “Pesce d’Aprile. Lo scherzo del destino che ci ha reso più forti”, storia di un dramma, quello dell’ictus che colpì 16 anni fa la donna subito dopo il parto, e della battaglia della coppia per la rinascita e una nuova vita. Domenica 23 aprile, “Leggende e tesori di Napoli”: Luigi Necco e Marion Bertram dialogano sul tesoro di Priamo e su Schliemann a Napoli, lunedì 24 aprile “Incontro sulla figura di Antonio De Curtis in arte Totò” con Enzo Decaro e Riccardo Cimino, martedì 25 aprile “Mio fratello rincorre i dinosauri” (Einaudi): l’autore Giacomo Mazzariol sarà intervistato da Matteo Corradini; il romanzo racconta la vita di un ragazzo accanto al fratellino minore down. Tutte le mattine, inoltre, sono in programma due spettacoli per i ragazzi, alle 10 e alle 12.

LEGGI L’ARTICOLO

Load More Related Articles
Load More In news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Rassegna Stampa e Web – Fuoriclassico 13 Dicembre 2017

http://www.napolimagazine.com/cultura-gossip/articolo/mann-fuoriclassico-tutto-esaurito-pe…