Home news MUSICAL NEWS – Magic Touch, il chitarrista statunitense Stanley Jordan in concerto per il Festival MANN

MUSICAL NEWS – Magic Touch, il chitarrista statunitense Stanley Jordan in concerto per il Festival MANN

3 min read
0
0
273

Anteprima per il Festival Mann/ Muse al Museo di Napoli con il concerto del chitarrista statunitense Stanley Jordan il prossimo 30 Marzo presso la Sala del Toro Farnese del polo museale partenopeo.

Il progetto Festival MANN / Muse al Museo voluto da direttore del polo museale partenopeo Paolo Giulierini in programma dal prossimo 19 al 25 Aprile con direzione artistica di Andrea Laurenzi in collaborazione con Luca Baldini e la direzione tecnica e organizzativa di Officine della Cultura ospiterà nel corso della sua rassegna oltre 50 ospiti internazionali e artisti nazionali come Ray Wilson,Carmen Souza,Gino Paoli e Danilo Rea, Niccolò Fabi, Peppe Servillo, Tosca, Cristiano de Andrè, Francesco Motta, Paolo Benvegnù, il regista Ferzan Ozpetek, l’attore Giorgio Pasotti, il poeta Guido Catalano che dialogheranno tra musica, arte e cultura con i tesori insestimabili del MANN.

Per l’occasione, ad anticipare il primo Festival Internazionale organizzato da un museo statale autonomo sarà l’anteprima evento del prossimo 30 Marzo alle ore 17 presso la Sala del Toro Farnese del Museo Mann di Napoli con il concerto del chitarrista statunitense jazz Stanley Jordan per la prima in un museo italiano. Leggenda del jazz internazionale e statunitense Stanley “Magic” Jordan porterà nelle prestigiose sale museali del Mann di Napoli tutto il suo eclettismo ed anticonformismo musicale figlio della celebre tecnica “Touch” di uso pianistico della chitarra che gli ha permesso di spaziare e distinguersi tra solchi di sperimentazione ed universi pop. Un artista camaleontico che fa di estro, fantasia e virtuosismo il suo marchio di fabbrica nella storia moderna del jazz internazionale e anche per il Museo Mann un occasione imperdibile per ospitare in un live “solo guitar” uno dei piu’ celebri e famosi “guitar hero” del jazz contemporaneo.

LEGGI L’ARTICOLO

Load More Related Articles
Load More In news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

IL GIORNALE DELL’ARTE – Mann, Dopo i Longobardi, Bizantini e Normanni