Servizi

migliorare la qualità del servizio offerto e l’esperienza di fruizione del Museo

Il museo eroga un servizio complesso, composto da una pluralità di servizi offerti ai propri visitatori, che possono contribuire a migliorare il livello complessivo di gradimento della visita.
Per questo motivo, sono state individuate diverse linee di intervento.

In primo luogo, si procederà a sviluppare un nuovo piano di fruizione delle collezioni e del palazzo, attraverso la progettazione di nuovi ed innovativi percorsi di visita, che saranno sviluppati non solo con riferimento a specifici ambiti tematici, ma anche tenendo conto delle diverse tipologie di pubblici del Museo e dei loro fabbisogni, sulla base di quanto rilevato dalle indagini sul campo e dalle attività di ascolto. Gli itinerari terranno conto quindi delle specificità dei visitatori sotto il pro lo demografico (bambini, ragazzi, giovani adulti, adulti, anziani), del differente livello di preparazione culturale (neofiti, appassionati, esperti) e degli specifici fabbisogni di particolari tipologie di utenza (visitatori con disabilità visive e/o uditive), per i quali saranno realizzati specifici strumenti di mediazione.

Si prevede di intervenire in secondo luogo sui supporti informativi di tipo tradizionale, messi a disposizione dei visitatori all’interno delle sale del Museo, che saranno peraltro riprogettati in modo coerente con la nuova identità visiva del museo.

Ulteriori interventi riguarderanno i supporti informativi digitali, in grado di integrare quelli di tipo tradizionale, che si concretizzeranno nella realizzazione di immagini in alta risoluzione delle principali opere del Museo, di diorami,
di registrazioni audio e di filmati, che saranno veicolati anche sul web nonché attraverso una app del Museo, che prevederà anche l’utilizzo della realtà aumentata.

A supporto dell’attività di fruizione, è inoltre prevista la realizzazione di depliant in più lingue per la visita rapida e la creazione di una nuova collana di guide, corrispondenti alle sezioni indicate nel nuovo piano di percorsi (es. gli affreschi pompeiani, i mosaici pompeiani, la collezione farnese, ecc.) accanto alla guida di base in sempre nuove lingue. Si prevede inoltre un incremento dell’offerta del bookshop, con una specifica sezione dedicata alla storia ed all’arte di Napoli.

Nella prospettiva di un costante miglioramento dell’esperienza di visita, anche per i visitatori ipo-vedenti ed ipo-udenti, il Museo intende realizzare non solo dei supporti informativi in linguaggio Braille, ma anche creando delle repliche (anche in scala) di reperti ed oggetti importanti delle proprie collezioni, che potrebbero quindi essere manipolate dai visitatori con impedimenti visivi, anche nel quadro di una continuità del progetto “Le Mani sulla città”, promosso dalla Sezione Didattica del Museo; inoltre, il Museo intende anche realizzare dei filmati informativi in LiS, la lingua dei segni, che possano essere fruiti anche dai visitatori con disabilità uditive.

All’ingresso del Museo, per dare conto della diffusione del MANN nel mondo, verrà realizzata una gigantografia con i cinque continenti e dei segnalini che indicano la presenza di mostre del MANN nei vari centri. Contestualmente, per ogni pezzo che andrà in mostra, oltre alla sua riproduzione o ologramma, una app che consentirà di avere notizie sull’oggetto stesso ed informazioni sulla mostra, sul museo e sulla città straniera che lo ospita, eventualmente motivandone e specificando anche il contesto culturale nel quale è nata la richiesta, come nel caso delle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Il Mann ha partecipato al progetto TECA con il CNR-IASI di Roma e il CNR-IRIS di Napoli in rapporto di convenzione e grazie ai fondi del POR 2007-2013 creando un progetto pilota che prevede una applicazione sperimentale multilingue destinata ai visitatori ed installata su tablet.

Con riferimento ai servizi di accoglienza, sono state individuati alcuni interventi prioritari che, anche attraverso l’avvio di nuove gare per l’esternalizzazione di alcuni servizi, riguarderanno: il rinnovo della biglietteria e del guardaroba; la sistemazione e l’ampliamento dei servizi igienici; la realizzazione di una caffetteria provvisoria, in attesa dell’apertura del punto di ristorazione previsto nel Braccio Nuovo del Museo; la ridefinizione delle tipologie di assortimento del punto di vendita, prevedendo la presenza di prodotti di artigianato artistico e di design, di repliche di oggetti delle collezioni realizzate da fonderie o attraverso la stampa 3D; di argenti, gioielli e prodotti tessili ispirati alle collezioni del museo; di prodotti eno-gastronomici di qualità, anche da commercializzare con il marchio del MANN.

Non meno importante è ritenuto il miglioramento del rapporto che può venire ad attivarsi tra i visitatori ed il personale di sala, per il quale non si prevede più il solo compito della sorveglianza delle opere ma anche – e, in prospettiva, sempre di più – quello di supporto ai visitatori; sarà quindi attuato un programma di riqualificazione, che metta in condizione il personale di sala di acquisire una preparazione di base sulle collezioni del Museo e di poter rappresentare un’interfaccia con il pubblico che necessiti non solo assistenza ma anche di indicazioni su percorsi e luoghi da visitare.

In considerazione di tutto questo, assume importanza fondamentale l’attivazione un processo di monitoraggio costante dell’esperienza di visita, attraverso rilevazioni sul campo condotte con differenti metodologie di raccolta dei dati (questionari, focus group, indagini osservanti, etc.). Le indagini consentiranno non solo di acquisire

elementi di conoscenza sul pro lo socio-demografico dei pubblici del museo, ma anche di approfondire temi specifici e, più in generale, di veri care la presenza di eventuale criticità nell’esperienza di fruizione del Museo.

Sulla base di quanto esposto, è possibile individuare alcuni target specifici che il Museo intende raggiungere, come di seguito specificato:

percorsi 5 nuovi itinerari di visita entro il 2019

supporti 10 presentazioni audio, 10 presentazione video, 5 diorami, 1 app AR, entro il 2019

guide nuove guide tematiche entro il 2019

pannelli e segnaletica nuova comunicazione interna entro il 2019

servizi rinnovo biglietteria e guardaroba, entro il 2017

indagini sul pubblico 4 rilevazioni sul campo entro il 2019

Comments are closed.