Home Comunicati stampa Lascaux 3.0 Arte e tecnologia per un’appassionante avventura della conoscenza che ci fa tornare indietro di 20mila anni!

Lascaux 3.0 Arte e tecnologia per un’appassionante avventura della conoscenza che ci fa tornare indietro di 20mila anni!

6 min read
0
3
12,837

lascauxnodata

Soltanto nel mese di febbraio, speciale offerta OpenMann Family: un abbonamento riservato a due adulti over 25 anni avrà il prezzo speciale di 25 euro (in luogo di 40), consentendo la partecipazione ad uno dei tre laboratori organizzati da Coopculture (per informazioni, rivolgersi al call center 848.800.288-da cellulare: 0639967050)

Giunge per la prima volta in Italia, al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, l’esposizione internazionale “Lascaux 3.0”, che permette di scoprire, nella Sala del Cielo Stellato ed in quelle attigue, il famoso complesso della Grotta di Lascaux,  un vero e proprio tesoro artistico risalente al Paleolitico superiore ed inserito, dal 1979, nella Lista UNESCO del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Il sito preistorico, infatti, è interdetto alle visite dal 1963 ed è fruibile soltanto tramite una ricostruzione limitrofa al complesso, presentata anche in una versione espositiva itinerante nel mondo.

Accanto all’apparato divulgativo, presente nell’esposizione, i Servizi Educativi, Ricerca e Promozione del MANN organizzeranno quattro laboratori rivolti a bambini e ragazzi dagli 8 ai 14 anni, in collaborazione con la Scuola Italiana di Comix e l’Accademia di Belle Arti.

 Gli incontri “Nella Grotta di Lascaux. Laboratorio di decorazione murale”, si svolgeranno sabato 22 febbraio, 21 marzo, 18 aprile e domenica 17 maggio (sempre alle 10.30, con prenotazione obbligatoria ai Servizi Educativi del Museo: tel.: 0814422328, dal lunedì al venerdì, ore 9-13).

All’inizio di ciascun laboratorio didattico, ai bambini saranno mostrate le pitture rupestri presenti nella Grotta di Lascaux; in un secondo momento, le decorazioni murali saranno riprodotte, utilizzando strumenti e materiali rudimentali. L’obiettivo sarà ricreare un ambiente simile a quello in cui hanno agito i nostri antenati durante la realizzazione delle pitture nel sito di Lascaux.

Per l’esecuzione dei “dipinti rupestri” sarà usato un supporto che simula la pietra, su cui i piccoli visitatori interverranno usando pigmenti di colori terrigni contenuti da conchiglie.

Gli strumenti di lavoro saranno: tamponi di tessuto simile a quello della pelle di animale e pennelli realizzati con bastoncini di legno e peli di pennello, tenuti insieme con fibre naturali.

 Previste, infine, altre proposte di itinerari e laboratori a cura di Coopculture: “Lascaux 3.0- il percorso generale”, che spiegherà al pubblico l’affascinante storia del sito francese e le vicissitudini legate alla sua riproposizione; “La tua Lascaux. Laboratorio ludico-ricreativo per famiglie” (in programma il venerdì alle 17.30, il sabato e la domenica alle 16.30): accanto al tradizionale percorso di visita della mostra, i partecipanti realizzeranno un diorama preistorico ispirato alla Grotta. Il modellino sarà costruito con materiali da riciclo (scarpe, carta crespa e carta pacchi) ed i visitatori ne decoreranno le pareti, simulando le pitture rupestri; 3) “Lascaux- l’uomo e il suo ambiente”: rivolto alle scuole primarie, l’incontro sarà strutturato in un primo momento di visita guidata ed in una seconda fase dedicata all’approfondimento dei contenuti storici e didattici.

Per visitare la mostra e il museo: Biglietto intero 18 euro – dalle 17 tutti i giorni 9 euro. Dai 18 ai 25 anni 2 euro – Under 18 gratis. Consulta il sito MIbact per tutte le agevolazioni.

Per i visitatori dei siti Extramann: mostrando il ticket alla biglietteria del MANN, ingresso ridotto Happy Mann 9 euro

Per continuare il vostro viaggio… la collezione museale della “Preistoria e Protostoria”  riaprirà al pubblico il prossimo 28 febbraio un nuovo allestimento permanente: circa  3mila  sono i reperti, anche esposti per la prima volta dai depositi e presentati, nelle sale adiacenti alla Meridiana, in un percorso diacronico e per contesti, dal Paleolitico inferiore all’Età del Ferro.

Carica altro di articoli correlati
Carica altro in Comunicati stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Controlla anche

Giornate Europee del Patrimonio/ 26 e 27 settembre/ il programma del MANN

Giornate Europee del Patrimonio: la programmazione del MANN Sabato sera, dalle 20, bigliet…