Home Eventi 15.06.2017 – Miti di Musica

15.06.2017 – Miti di Musica

8 min read
0
0
394
15.06.2017 - Miti di Musica

ASSOCIAZIONE ALESSANDRO SCARLATTI – MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI NAPOLI

Giovedì 15 giugno 2017 alle ore 20 il ciclo Miti di Musica, collaborazione fra il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e la Associazione Alessandro Scarlatti propone un appuntamento tra poesia e musica: “Superstiti, le lingue di Michele Sovente” è il titolo del concerto che l’Ensemble Dissonanzen ha ideato e che si avvale della doppia tastiera digitale ed elettronica, di Ciro Longobardi e Francesco D’Errico; dei flauti di Tommaso Rossi e della voce di Enzo Salomone, alla ricerca della ricchezza fonetica di cui è dotata la poesia di Sovente.

Michele Sovente è un poeta flegreo che ha lasciato un ricco corpus poetico (nove pubblicazioni più gli inediti) che è oggetto di studio e d’interesse. Uno degli aspetti più stimolanti e innovativi della sua poesia è l’uso del plurilinguismo, impianto formale che spesso adotta per realizzare molte delle sue idee poetiche. Il poeta flegreo può esporre una stessa poesia, in tre gesti poetici diversi, l’italiano (della sua condizione d’intellettuale contemporaneo) il latino (lingua mitopoietica della sua formazione ecclesiale) e il dialetto di Cappella (luogo dell’anima, lingua materna), perché non si tratta della semplice traduzione della medesima poesia in altre lingue, ma di altrettanti travestimenti identitari distinti, tre voci dell’anima chiamate a raccolta per meglio dire e dirsi. Nell’ultimo libro “Superstiti” raggiunge poi una cifra stilistica assolutamente e genialmente sperimentale: l’irruzione di una quarta lingua, il francese, (appreso da bambino dalla madre emigrante) sinergicamente usata con le altre tre nella stessa poesia.

Gli interventi musicali dell’Ensemble Dissonanzen mirano a dare suono, oltre che senso, a queste poesie – senza trascurarne alcune nate solo in italiano – che, liberate dal “carcere della scrittura” per dirla con Zumthor, daranno testimonianza della sua particolarissima phoné.

Il concerto è gratuito, ingresso al Museo 2€

Infoline . 081 406011

www.associazionescarlatti.it

Programma

ENSEMBLE DISSONANZEN
Enzo Salomone, voce e elettronica
Francesco D’Errico, pianoforte digitale e Sintetizzatore
Ciro Longobardi, tastiera digitale e campioni
Tommaso Rossi, flauti
Superstiti
le lingue di Michele Sovente
Il sale
A Milleno/A     Miseno
Parla Agrippina
Rente rente…(da Cabaletta)
C’‘u scuro a viérno se sente
Leggera una farfalla va/Papilio leniter it/      Lèggia na palómma vò
In un vortice d’ombre
Desidero
Vulésse/Cupio/Vorrei
Fuoco fuoco…(da Cabaletta)
I rriggiòle
Abbrucia abbascio
Carbones/Gravune
Sunt in tenebris
Rint”u scuròrio se spaparànzano
Exacte. Lacrimae
Lardo lardo… (da Cabaletta)
Ll’uósemo r’‘u cane nun me fò stò maje fermo
Al centro della storia
L’uomo al naturale
Ottimo investimento i rifiuti
Riti di chiesa
Sto accovacciato sulla soglia di casa
Sotto i piedi un vuoto…
Ensemble Dissonanzen

Dissonanzen nasce nel 1993 per colmare una storica lacuna delle stagioni concertistiche napoletane, ovvero sviluppare un discorso di diffusione sui linguaggi musicali contemporanei. Inizialmente rivoltasi all’esperienza delle avanguardie storiche (realizzando in prima esecuzione napoletana fondamentali opere del secondo ‘900 come Le Marteau sains Maitre di Pierre Boulez e Autotono di Sylvano Bussotti), Dissonanzen ha cominciato a sviluppare un percorso artistico tenendo ben presenti due diverse direttrici: il repertorio scritto e l’improvvisazione.

Da sempre sviluppa rapporti di collaborazioni con le principali università partenopee (Federico II e l’Orientale), con i principali Istituti di cultura stranieri (Goethe Institut e Istituto Grenoble), con importanti centri culturali cittadini (Fondazione Morra, Conservatorio San Pietro a Majella).

Nel corso degli anni, all’interno dell’attività dell’Associazione, si è sviluppato sempre di più il lavoro dell’ENSEMBLE DISSONANZEN, un organico cameristico nato all’interno dell’attività di produzione musicale dell’Associazione.

L’Ensemble ha suonato per importanti istituzioni quali festival di Salisburgo, Ravenna Festival, Amici della Musica di Trapani e di Modena, Musica Insieme di Bologna, Associazione Alessandro Scarlatti, Festival Traiettorie di Parma, Civita Festival, Festival Musica e Filosofia di Maratea, Festival Time Zones di Bari, Festival Internazionale di Ravello, Giovine Orchestra Genovese, Signal Festival, Festival di Salisburgo, Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Festival Est-Ovest di Torino, Festival Urticanti collaborando con musicisti quali Michel Godard, Cristina Zavalloni, Enrico Baiano, Markus Stockhausen, Jim Pugliese, Stefano Scodanibbio, Alvin Curran, Marco Angius, Giorgio Battistelli, Marc Ribot, Adam Rudolph, Evan Parker, David Ryan, Gianni Trovalusci.

L’Ensemble Dissonanzen ha al suo attivo due cd per la Mode Records di New York dedicati a Dallapiccola e Petrassi e alla musica da camera di Henze.

Nel 2013, in occasione del ventennale dell’associazione, ha pubblicato un fortunato box di 5 cd dedicati ai progetti sull’improvvisazione per l’etichetta Die Schachtel, mentre nel 2016 è uscito per Stradivarius il cd Bravade o delle Metamorfosi con musiche di Alessandra Bellino e Jacob Van Eyck.

Load More Related Articles
Load More In Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

MANN Stories – Doriforo

MANN Stories è una serie di mini documentari realizzati da Mauro Fermariello. Ognuno è ded…